Riproduzione sessuale


Molti cactus globosi non producono getti laterali, quindi l’unico sistema per riprodurli è il seme. Per ricavare dei semi, la nostra pianta deve aver raggiunto la maturità, in modo da fiorire ed essere quindi potenzialmente in grado di produrre dei frutti con semi fertili all’interno. Purtroppo alcune piante grasse fioriscono dopo molti anni, oppure hanno bisogno di condizioni ambientali difficilmente riproducibili in coltivazione e quindi l’unica soluzione è l’acquisto di semi da vivai specializzati. Un’altra difficoltà da affrontare per ottenere dei semi dalle proprie piante grasse, dipende dal fatto che molte specie sono autosterili, non sono cioè in grado di autofecondarsi. Per queste è quindi necessario disporre di un’altra pianta della stessa specie per effettuare manualmente l’impollinazione. Talvolta si può rischiare di ottenere ibridi indesiderati se altre specie affini a quella che vogliamo riprodurre fioriscono nello stesso periodo e gli insetti o il vento arrivano prima del nostro intervento.
In altri casi, anche se meno frequenti, la specie può essere dioica: questo significa che i fiori maschili e femminili sono su individui distinti. Senza una pianta maschile ed una femminile sarà impossibile ottenere dei frutti.
Nelle fotografie seguenti si vedono alcuni cactus che producono semi facilmente. Nella prima fotografia si vede il frutto maturo di un Melocactus matanzanus; quando sarĂ  secco fornirĂ  dei piccoli semi neri da piantare. Nelle foto successive si vedono i frutti secchi di alcuni Astrophytum che a maturazione si spaccano lasciando uscire i semi neri dalla forma caratteristica a cappuccio.
I frutti che a maturazione si aprono lasciando uscire i semi sono definiti deiscenti.








Se ti piace quello che hai letto Pubblicalo su Facebook.

Classificazione

Agavacee

Aizoacee

Apocynacee

Asclepiadacee

Asteracee

Cactacee

Crassulacee

Euphorbiacee

Liliacee

Moracee

Portulacacee